Migrante – diCielo – Videoclip e articolo su “Il Piccolo”

Il mio ultimo videoclip musicale è un brano tratto dal nuovo EP di diCielo (aka Pierpaolo Richter) intitolato Migrante. Su Il Piccolo di oggi è un uscita un’intervista al cantautore triestino a cura di Elisa Russo.

E’ un video ibrido a metà strada fra lyric video e videoclip tradizionale. Il tema scottante del testo si contrappone ad una canzone dai toni allegri che restituisce un senso di speranza. Oltre a Pierpaolo Richter nel video compaiono anche Lucy Passante Spaccapietra al violino e Francesco Cainero al contrabbasso. Gli altri musicisti che hanno collaborato alla canzone ma che non compaiono nel video sono Leo Virgili al trombone, Gianni Zongaro alla chitarra, Pablo De Biasi alla batteria e Daniele Speed Dibiaggio, che ha curato anche la direzione musicale, alle tastiere. Il testo e la musica sono di Pierpaolo Richter. Tutti gli altri musicisti che hanno collaborato con il cantautore triestino per la realizzazione degli altri brani del suo EP li trovate nell’articolo di Elisa Russo, e sono veramente tanti.

L’EP diCielo e’ disponibile in offerta libera ed il ricavato andrà per opere di bene secondo i principi dell’Economia di Comunione. Le donazioni andranno un terzo ai bambini e alle loro famiglie in fuga dalle guerre accolte dalla Fondazione Luchetta, D’ Angelo, Ota e Hrovatin, un terzo per l’educazione e la formazione della Cultura del Dare mediante attività realizzate dalla Onlus Associazione per un Mondo Unito e un terzo per la produzione di nuovi dischi con finalità benefiche che saranno realizzati dall’etichetta musicale diCielomusic, nata in occasione di questo disco.

 

Clicca sull’immagine per ingrandire

Scheda del videoclip sul sito Music Video Trieste

Leggi l’articolo online sul sito de Il Piccolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tagli alla sanità presentano il conto

Nel numero di dicembre de “Il Lavoratore” troverete un dossier sanità a cui ho contribuito con un articolo dove ho raccontato la mia esperienza con il Covid-19. Più che dei sintomi ho scritto della confusione in cui è precipitato il Dipartimento di Prevenzione dell’ASUGI a Trieste a causa della seconda ondata di contagi iniziata nei primi giorni di ottobre.