Liberiamoci dai fascismi! – Osvobodimo se fašizmov!

Non uno ma più fascismi minacciano la democrazia e i valori conquistati con la Resistenza. Per liberarsi da loro e per protestare contro il raduno nazionale di CasaPound, a Trieste, sabato tre novembre, migliaia di persone sono scese in piazza.

Una folla così in un corteo, nel capoluogo giuliano, non si vedeva da tempo. Cinquemila secondo la stampa e la questura ma probabilmente erano in numero ancora maggiore. Qualcuno dice che hanno sfilato diecimila persone. Meno di duemila, invece, i nostalgici di CasaPound.
Ho sfilato in corteo armato di una Canon mini x con un obiettivo grandangolare in maniera da dare il giusto punto di vista per capire quale fosse la reale partecipazione. Ne è venuta fuori una clip che spero abbia reso l’idea di quale sia stata l’atmosfera che si respirava ieri pomeriggio. Ho avuto anche l’onore di poter salutare e stringere la mano a Lidia Menapace che a 94 anni ha ancora la forza e l’entusiasmo per dire no a quell’orrore che ha vissuto in gioventù. La musica che ho scelto è quella di Marc Ribot che nel suo ultimo disco, Songs of resistance, fa cantare a Tom Waits una struggente versione di Bella Ciao.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.