FVG Pride in slow motion

Sabato 8 giugno 2019 migliaia di persone, a Trieste, hanno animato un corteo colorato e pacifico in occasione del FVG Pride 2019.

La marcia dell’orgoglio gay è nata per commemorare la rivolta di Stonewall del 1969. Nella notte del 27 giugno di cinquanta anni fa la polizia irruppe in un bar gay nel Greenwich Village di New York ed ebbero inizio i moti di Stonewall (dal nome del bar: Stonewall Inn). L’episodio viene considerato simbolicamente come l’inizio del movimento di liberazione LBGT (lesbian, gay, bisexual, transgender).

La parata dell’orgoglio ha toccato quest’anno anche la nostra regione seguita dall’inevitabile coda di polemiche scatenate da chi ritiene un corteo di questo tipo blasfemo e provocatorio.
Ho camminato fra la gente con la camera in mano cogliendo volti, espressioni, sorrisi e anche qualche cartello ironico. Il risultato lo potete vedere dal video qui sotto. Due minuti e mezzo in slow motion accompagnati da una splendida versione acustica di “What a wonderful world” cantata da Abby Ward. Buona visione !

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tagli alla sanità presentano il conto

Nel numero di dicembre de “Il Lavoratore” troverete un dossier sanità a cui ho contribuito con un articolo dove ho raccontato la mia esperienza con il Covid-19. Più che dei sintomi ho scritto della confusione in cui è precipitato il Dipartimento di Prevenzione dell’ASUGI a Trieste a causa della seconda ondata di contagi iniziata nei primi giorni di ottobre.